Cosa sono le guerre dei browser e qual è il browser più usato

Avete mai sentito parlare di “guerre dei browser”? Se non sapete di cosa stiamo parlando, non sentitevi spaesati, vi spieghiamo subito cosa vuol dire: con questa locuzione, nella storia informatica, si fa riferimento al conflitto tra marchi per il tentativo di imporsi sul mercato dei browser web. L’ormai certa chiusura di Internet Explorer, veterano delle guerre dei browser, ci è parsa un buon motivo per spiegare cosa sono e qual è oggi il browser web più usato (indizio: due persone su tre stanno leggendo questo articolo grazie a lui).

Internet Explorer: il veterano delle guerre dei browser chiude nel 2022

Ma ricapitoliamo un attimo la situazione. Ormai qualche settimana fa Microsoft ha annunciato che dal 2022 Internet Explorer non sarà più supportato nella versione consumatori (alcune funzionalità, in realtà, inizieranno a essere sospese già prima). Per le aziende, invece, il suo impiego sarà garantito più a lungo: fino al 2029. Microsoft scomparirà dunque dal mercato web? No, il suo futuro è affidato a Microsoft Edge, ormai sul mercato dal 2015.

Nato a metà anni Novanta, Internet Explorer è stato protagonista di entrambe le guerre dei browser e si è aggiudicato il posto di browser più usato fino al 2016. Una guerra l’ha vinta, la seconda l’ha visto sconfitto. Che Microsoft Edge prenda il suo posto tra i ranghi per una terza?

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Digital Strategy Milano (@dsm_ita)

Le guerre dei browser: quali sono state

La prima guerra: Netscape Navigator contro Internet Explorer (anni Novanta)

Browser che non ha passato la prova del tempo, Netscape Navigator è il fratello minore del primo browser web grafico, Mosaic. Incredibile a dirsi, ma l’oggi sconosciuto Netscape è stato il primo browser commerciale di successo. Almeno finché non è arrivato Internet Explorer.

Lo scontro tra i due si fece sempre più aspro e terminò nel 1995, quando Microsoft scelse di distribuire il proprio browser, Internet Explorer 3, come già incluso nel sistema operativo di Windows 95. Restare fedeli a Netscape non era impossibile, né le funzionalità del browser erano in qualche modo compromesse, ma diventava una scelta attiva degli utenti: nella maggior parte dei casi, scelsero semplicemente di non cambiare.

I direttori di Netscape denunciarono Microsoft lo stesso anno. La sua mossa, ritenuta illegale e anticoncorrenziale, segnò la vittoria di Internet Explorer per il monopolio del web, ma valse a Microsoft una condanna per abuso di posizione dominante, arrivata nel 1997 dal Dipartimento della Giustizia degli Stati Uniti. I più curiosi possono trovare qui il documento originale della condanna.

Ma Netscape che fine ha fatto? Ha continuato a essere sviluppato, prima come software indipendente (fino al 2000) e poi appoggiandosi al codice di Mozilla. Il 28 dicembre 2007 è stata annunciata ufficialmente la sua chiusura.

La seconda guerra dei browser (dal 2004 a oggi)

Dopo aver dominato a lungo il mercato, dal 2004 Internet Explorer ha visto apparire nuove minacce all’orizzonte: iniziavano infatti ad affermarsi intorno a lui browser competitivi e innovativi, che, nonostante Microsoft continuasse a preinstallare Explorer sui suoi dispositivi, stavano conquistando una consistente fetta di mercato. Tra i più importanti: Mozilla Firefox, Opera e Safari. E se nel 2004 le quote di Internet Explorer erano al 92,18%, cinque anni dopo si attestavano al 66,82%.

Mozilla, Safari, Internet Explorer… Manca qualcuno? Ebbene sì. È stato proprio l’arrivo destabilizzante di Google Chrome a infliggere a Internet Explorer il colpo di grazia. Sviluppato da Google e rilasciato nel 2008, Chrome ha conquistato subito gli utenti: nel giro di due anni a sceglierlo è l’11,5% degli utenti web al mondo. Intanto Firefox ha superato il 30% e Internet Explorer è sceso per la prima volta sotto al 50%.

A maggio 2016 Google Chrome è diventato il browser più utilizzato al mondo, mentre Firefox ha iniziato ad avere sempre meno successo e Microsoft ha scelto di abbandonare la nave, concentrando tutti i suoi sforzi verso il nuovo Microsoft Edge.

Chi combatterà la terza guerra dei browser?

Potrebbe interessarti anche: Storia dei social network: l’evoluzione dal 1996 a oggi

Il browser più usato oggi è Google Chrome

Secondo le statistiche di StatCounter, il mercato dei browser web nel mondo  è così distribuito:

Source: StatCounter Global Stats – Browser Market Share

Questi invece i dati attuali in Italia:

  • Chrome 67,47%
  • Safari 17,38%
  • Firefox 4,85%
  • Samsung Internet 3,53%
  • Edge 3,5%
  • Opera 1,25%
  • Internet Explorer 0,92%
, , , , , , , , ,

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Contact

Parliamone!

Saremo felici di discutere nel dettaglio tutti i nostri servizi e trovare la soluzione più adatta al tuo business.

Raccontaci la tua storia

Non importa che il tuo business sia appena nato o sia già in fase di maturità, esiste una strategia digital per tutti.

Raccontaci il tuo progetto

Raccontaci del tuo progetto, noi ti aiutiamo a metterlo nero su bianco, a fargli prendere forma.

Raccontaci le tue idee

Che il brainstorming abbia inizio!

Contact